Tesseramento FIR 2017-18
UNDER 8 – UNDER 18 +
Card Genitore

10,00300,00


/ /


Legenda Anno Nascita:
UNDER6: Nati dal 01/01/2012  
UNDER8: Anni 2010-2011  
UNDER10: Anni 2008-2009  
UNDER12: Anni 2006-2007  
UNDER14: Anni 2004-2005  
UNDER16: Anni 2002-2003  
UNDER18: Anni 1999-2000-2001



SI

SINO


/ /





NB = Inviare il modulo attendendo che la registrazione dei dati sia correttamente avvenuta e SUCCESSIVAMENTE premere "Acquista"


300,00
10,00
Cosa vuol dire essere socio Genitore/Sostenitore?

Descrizione

Caro genitore,
tuo figlio ha scelto di vivere un’esperienza di gioco con dei coetanei e imparare il gioco del rugby in modo semplice e divertente. Questa sua scelta ha bisogno del tuo sostegno e del tuo incoraggiamento, non dello stress legato alla prestazione o al pensiero di non soddisfare la volontà e le ambizioni tue.
Le sue aspettative sono legate alla vita serena del club, al divertimento che il gioco gli può portare e alla crescita per il confronto con suoi coetanei amici ed avversari.
L’autostima nasce dall’approvazione, dall’incoraggiamento, dal superare gli ostacoli che separano dallo scopo. Se vuoi aiutare tuo figlio nel suo percorso di crescita sportiva ed umana, stimolalo ad essere autonomo, incoraggialo nei momenti di difficoltà evitando di sfogare su di lui la tua delusione, lodalo in caso di buona riuscita.
Fargli capire che essere differente agli altri (ad esempio meno bravo) è cosa accettabile. Riconoscergli il diritto di non riuscire, mantenendo in lui la certezza di essere sempre e comunque, rispettato, accettato, e soprattutto amato. Sottolinea sempre ogni miglioramento, anche se non è pari alle vostre aspettative. La sicurezza in se nasce dall’approvazione e dall’incoraggiamento.
Stimolalo al miglioramento delle proprie capacità con impegno e dedizione, quindi fai in modo che lui possa essere sempre presente agli allenamento e alle gare, non fare in modo che i tuoi problemi condizionino la sua scelta.
Non paragonare tuo figlio a qualcun altro, non imporgli confronti che stimolano solo ansia e stress, non creare in lui aspettative troppo elevate che possono provocare delusione e stress da fallimento. Fagli vivere con naturalezza le sue esperienze.
Non decidere di sostituirti ai tecnici di tuo figlio e soprattutto non criticare il loro operato, e quando si allenano è un momento tutto loro lasciateli soli e per cortesia non entrate in campo durante gli allenamenti perché la vostra presenza può essere un momento di ansia da prestazione per loro.
Quindi, caro genitore, tuo figlio ha scelto di giocare a rugby e questo rappresenta una preziosa opportunità per apprendere e padroneggiare un ambiente alternativo a quello famigliare, per esercitare oltre ai propri muscoli, le sue relazioni interpersonali con pari età e altri adulti di riferimento, per sperimentare il successo e l’insuccesso nel tentativo di superare limiti e difficoltà.
Incoraggia sempre tuo figlio, sostienilo, valorizza le sue capacità, ma rispetta i suoi spazi insieme ai suoi compagni e fai in modo che possa vivere il suo spazio nel rugby con le persone a cui lo hai affidato.
Caro genitore, tuo figlio ha scelto di vivere il mondo del rugby, lui ha scelto di far parte di un mondo dove i valori come il rispetto, la stima per gli altri, il coraggio, la determinazione, sono importantissimi. Con questa scelta, lui, ha chiesto anche a te di condividerli.

 

Caro genitore, rendilo orgoglioso della sua scelta.